Indice STADIO OLIMPICO Off Topic Cronaca italiana

Cronaca italiana



Cronaca, letteratura, cinema, serie tv, viaggi
Messaggio lunedì 11 settembre 2017, 16:31
Blandols Avatar utente
Moderatore

Messaggi: 16754
Località: Roma

Vi invito a rendere di nuovo leggibile questo topic evitando flame, linguaggio volgare e contrapposizioni inutili. Non costringeteci a vietare alcune discussioni sul forum e a chiudere i topic.
Ricordo inoltre che lamentarsi o invocare pubblicamente la moderazione serve a poco, conoscete i modi per contattarci.
principe68 ha scritto:
il vero problema di Blandols è che è come quello zio che non è mai cresciuto che ti fa vedere come è bella la Playstation, tu gli chiedi se te la fa provare e lui te risponde "col cazzo"

scusate ma sono fatto così.

Messaggio lunedì 11 settembre 2017, 19:22
QXGiallorosso Avatar utente
Titolare

Messaggi: 1702
Località: San Paolo

"... ogni mattina a Firenze, una studentessa americana si sveglia e sa che deve correre più in fretta di una gazzella.."

Proviamo a sdrammatizzá un pó
Chi vole la giustizia se la faccia...

Messaggio lunedì 11 settembre 2017, 22:56
Sora Cecioni Avatar utente
Esordiente

Messaggi: 94

alectric ha scritto:
Sono con te, la discussione sta assumendo contorni vomitevoli...

Però il solo fatto di pensare che se sei un militare nell'esercizio delle proprie funzioni la questione non costituisca una pesante (per me pesantissima) aggravante, mi fa ribrezzo...
E me lo fa perchè ci vedo dietro, in aggiunta al sessismo manifesto di questa situazione, il becerismo tipico di una certa destra pro potere costituito a prescindere...

Quella destra sempre in prima linea a difendere l'altissimo valore civile e morale dei tutori della legge, che però si guarda bene dal giudicare con una severità commisurata al valore istituzionale che gli riconosce, e che proprio per questo dovrebbe essere dura ed impietosa...

Tutto già visto e già ascoltato, purtroppo...


E infatti salvini ha già detto la sua.
Con il deretano, come al solito.

Messaggio lunedì 11 settembre 2017, 23:02
Sora Cecioni Avatar utente
Esordiente

Messaggi: 94

Er Fomento ha scritto:
Sai per caso se in quella generale è compreso lo stupro? Chiedo perché non ne sono a conoscenza.

Anche per via anche dei media non ci fanno una bella figura.


:lol:
Si certo.
Trattasi di polizza assicurativa che stipulano tante studentesse statunitensi per eventuali "danni" da stupro, come aborto, traumi fisici o psichici, dato che in molti paesi dell'unione queste cose non vengono garantite o l'iter per l'eventuale terapia è complesso.
Cioè l'hai anche chiesto.

Messaggio martedì 12 settembre 2017, 2:10
cuccu13 Avatar utente
Campione

Messaggi: 4650

Altro stupro a Roma ai danni di una povera turista finlandese.
Già arrestato la merxa,un giovane del Bangladesh.
blade ha scritto:
Ti meriti tutti i 7 a 1 che ci siamo presi sul groppone, lasciatelo dire.

Messaggio martedì 12 settembre 2017, 7:13
aldodice26x1 Avatar utente
Fuoriclasse

Messaggi: 8036
Località: Roma quartiere Torrino

Er Fomento ha scritto:
La Cassazione ha ritenuto molti casi come questo ingiusti, altri invece giusti, darlo con assoluta certezza non è corretto.

Sono dipendente pubblico. Conosco perfettamente il codice deontologico del dipendente pubblico. Conosco perfettamente 165/2001, così come conosco perfettamente le modifiche e integrazioni portate al medesimo, nonchè le nuove norme in tema di pubblico impiego. Fidate. Intanto se beccano il giusto licenziamento. Poi possono ricorrere quanto je pare. E in quel caso ci sarà un giudice che "sentenzierà". Sulla parte penale non entro. Ci sarà un giudice che stabilirà il tutto. Anzi...probabilmente più di uno. Penale, Militare e Civile (per il risarcimento danni).
Comunque possono sentirsi in buona compagnia con i loro tre colleghi della Caserma del Quadraro

Messaggio martedì 12 settembre 2017, 9:33
ale Avatar utente
Fuoriclasse

Messaggi: 7298

aldodice26x1 ha scritto:
Sono dipendente pubblico. Conosco perfettamente il codice deontologico del dipendente pubblico. Conosco perfettamente 165/2001, così come conosco perfettamente le modifiche e integrazioni portate al medesimo, nonchè le nuove norme in tema di pubblico impiego. Fidate. Intanto se beccano il giusto licenziamento. Poi possono ricorrere quanto je pare. E in quel caso ci sarà un giudice che "sentenzierà". Sulla parte penale non entro. Ci sarà un giudice che stabilirà il tutto. Anzi...probabilmente più di uno. Penale, Militare e Civile (per il risarcimento danni).
Comunque possono sentirsi in buona compagnia con i loro tre colleghi della Caserma del Quadraro
Quadraro ?

Messaggio martedì 12 settembre 2017, 10:31
porcaccia Avatar utente
Leggenda

Messaggi: 23607
Località: Roma

ale ha scritto:
Quadraro ?
3 carabinieri e un vigile violentarono una donna fermata poche ore prima.
Non ho capito un ciufolo della vita
paz ha scritto:
Poi Danilo ha un qualcosa in più: ha quel tocco macho del bestemmiatore solitario, insomma, di chi non conosce solo le vette ardite dell'intelletto, ma anche la suburra della materialità.

Messaggio martedì 12 settembre 2017, 11:09
totti1montella4 Avatar utente
Capitano

Messaggi: 2202

La beneamata, vale la pena ricordarlo, non è nuova né estranea all'apologia di questa vergogna



Lo stupro di Franca Rame: fascisti, carabinieri e «una volontà superiore»
Pubblicato il 31 maggio 2013 · in Controinformazione ·
di Girolamo De Michele tutta_casa



Il 9 marzo 1973 Franca Rame fu sequestrata da cinque uomini, costretta a salire su un furgone all’interno della quale fu torturata e violentata. Come si sa, Franca è riuscita a raccontare la violenza subita in un monologo intitolato appunto “Lo stupro”, che inserì nello spettacolo “Tutta casa, letto e chiesa”. Per molto tempo, Franca raccontò di essersi ispirata ad un episodio di cronaca, non rivelando di essere stata lei stessa la vittima dello stupro.

La sera del 9 marzo 1973, alla notizia dell’avvenuto stupro, qualcuno a Milano gioì: era il generale Palumbo, comandante della divisione Pastrengo. «La notizia dello stupro della Rame in caserma fu accolta con euforia, il comandante era festante come se avesse fatto una bella operazione di servizio. Anzi, di più…», secondo la testimonianza di Nicolò Bozzo, che sarebbe diventato stretto collaboratore di Carlo Alberto Dalla Chiesa, e che all’epoca era in servizio alla Pastrengo:

«Arrivò la notizia del sequestro e dello stupro di Franca Rame. Per me fu un colpo, lo vissi come una sconfitta della giustizia. Ma tra i miei superiori ci fu chi reagì in modo esattamente opposto. Era tutto contento. “Era ora”, diceva. […] Era il più alto in grado: il comandante della “Pastrengo”, il generale Giovanni Battista Palumbo. […] Allora io vissi quella reazione di Palumbo solo come una manifestazione di cattivo gusto. Credevo che il generale fosse piacevolmente sorpreso della notizia, nulla di più. D’altronde Palumbo era un personaggio particolare, era stato nella Repubblica Sociale, poi era passato con i partigiani appena prima della Liberazione. Non faceva mistero delle sue idee di destra. E alla “Pastrengo”, sotto il suo comando, circolavano personaggi dell’estrema destra, erano di casa quelli della “maggioranza silenziosa” come l’avvocato Degli Occhi» [qui].

Nel 1981, il nome del generale Palumbo fu trovato all’interno dell’elenco degli iscritti alla Loggia P2, assieme a due alti ufficiali dell’Arma. Secondo Bozzo, «il comandante generale [dell’Arma dei carabinieri] era il generale Mino. Basta leggere la relazione di maggioranza della commissione d’inchiesta sulla P2 per capire perché non si accorgesse di nulla. Lui non era negli elenchi, ma la commissione lo dava come organico».

Nel 1987-88 due fascisti, Angelo Izzo e Biagio Pitaresi, rivelano al giudice Salvini che a compiere lo stupro fu una squadraccia neofascista, e soprattutto che l’ordine di “punire” Franca Rame con lo stupro venne dall’Arma dei Carabinieri. Si legge nell’ordinanza di rinvio a giudizio dell’inchiesta sull’eversione neofascista degli anni Settanta:

«Pitarresi ha fatto il nome dei camerati stupratori: Angelo Angeli e, con lui, “un certo Muller” e “un certo Patrizio”. Neofascisti coinvolti in traffici d’armi, doppiogiochisti che agivano come agenti provocatori negli ambienti di sinistra e informavano i carabinieri, balordi in contatto con la mala. Fu proprio in quella terra di nessuno dove negli Anni 70 s’incontravano apparati dello Stato e terroristi che nacque la decisione di colpire la compagna di Dario Fo. Ha detto Pitarresi: “L’azione contro Franca Rame fu ispirata da alcuni carabinieri della Divisione Pastrengo. Angeli ed io eravamo da tempo in contatto col comando dell’Arma» [qui].

A supportare la testimonianza dei due “pentiti”, un appunto dell’ex dirigente dei Servizi Gianadelio Maletti che racconta di un violento alterco tra il generale Giovanni Battista Palumbo e Vito Miceli, futuro capo del servizio segreto: «Il primo, si leggeva nella nota di Maletti, durante la lite aveva rinfacciato al secondo “l’azione contro Franca Rame”».

F_rame Commenta il giudice Salvini: «Il probabile coinvolgimento come suggeritori di alcuni ufficiali della divisione Pastrengo non deve stupire […] il comando della Pastrengo era stato pesantemente coinvolto, negli Anni 70, in attività di collusione con strutture eversive e di depistaggio delle indagini in corso, quali la copertura di traffici d’ armi, la soppressione di fonti informative che avrebbero potuto portare a scoprire le responsabilità nelle stragi dei neofascisti Freda e Ventura» [qui].

Ma secondo Nicolò Bozzo lo stesso generale Palumbo non sarebbe il responsabile primo dell’ordine di stuprare Franca Rame, quanto l’esecutore di «una volontà molto superiore»:

«A parte le sue convinzioni politiche io ricordo che Palumbo riceveva spesso telefonate dal ministero, dal ministro. So che parlava con il ministro della Difesa e degli Interni. È norma che un ministro della Difesa chiami un comandante di divisione. Ma secondo me un crimine del genere non nasce a livello locale. È vero che alla notizia dello stupro ci furono manifestazioni di contentezza nella caserma, però personalmente non me lo vedo il generale Palumbo chiamare i terroristi e ordinargli o chiedergli di fare questo» [qui].

Nel 1973 il capo del governo in carica era Giulio Andreotti, con una maggioranza di centro-destra il cui scopo, secondo quanto si legge nel Memoriale Moro, era di «deviare, per sempre, le forze popolari nell’accesso alla vita dello Stato». Il ministro della Difesa era Mario Tanassi, quello dell’Interno Mariano Rumor.



https://www.carmillaonline.com/2013/05/31/lo-stupro-di-franca-rame-i-fascisti-i-carabinieri-della-pastrengo-e-una-volonta-molto-superiore/
La coscienza è uno di quei bastoni che ciascuno brandisce per picchiare il suo vicino
e del quale non si serve mai per se stesso. (H. de Balzac)

Messaggio martedì 12 settembre 2017, 14:46
LazioEqualShit Avatar utente
Fuoriclasse

Messaggi: 8121
Località: A.S. Roma

I no-vax sono un branco di ignoranti deficienti
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)

Messaggio martedì 12 settembre 2017, 15:04
totti1montella4 Avatar utente
Capitano

Messaggi: 2202

LazioEqualShit ha scritto:
I no-vax sono un branco di ignoranti deficienti


sei stato pure troppo tenero...
La coscienza è uno di quei bastoni che ciascuno brandisce per picchiare il suo vicino
e del quale non si serve mai per se stesso. (H. de Balzac)

Messaggio martedì 12 settembre 2017, 16:29
LazioEqualShit Avatar utente
Fuoriclasse

Messaggi: 8121
Località: A.S. Roma

totti1montella4 ha scritto:

sei stato pure troppo tenero...


Persone con ritardi mentali ? Analfabeti medievali ?
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)

Messaggio martedì 12 settembre 2017, 16:37
totti1montella4 Avatar utente
Capitano

Messaggi: 2202

LazioEqualShit ha scritto:

Persone con ritardi mentali ? Analfabeti medievali ?


I secondi.
Dai primi invece hanno da imparare parecchio...
La coscienza è uno di quei bastoni che ciascuno brandisce per picchiare il suo vicino
e del quale non si serve mai per se stesso. (H. de Balzac)

Messaggio martedì 12 settembre 2017, 16:43
totti1montella4 Avatar utente
Capitano

Messaggi: 2202

aggiungi poi l'appoggio di amministratori fascio-leghisti e di sindaci come il "mocio-vileda" che siede al Campidoglio e l'orrore è compiuto
La coscienza è uno di quei bastoni che ciascuno brandisce per picchiare il suo vicino
e del quale non si serve mai per se stesso. (H. de Balzac)

Messaggio giovedì 14 settembre 2017, 10:09
ChiamatoreMascherato Avatar utente
Pallone d'Oro

Messaggi: 36548
Località: Caput mundi!


PrecedenteProssimo

Torna a Off Topic