Stampa

INVOLTINI DI PATATE E ZUCCHINE

Scritto da NewBlekke on . Postato in Cucina con la Sora Maria

DOSI per 8 involtini abbondanti
1 zucchina grandicella (2 se romane)
2 patate mediamente grandi
2hg di macinato di vitella
1 scatoletta di germogli di soia
1 spicchio d'aglio
1 uovo
pangrattato, farina, olio EVO, vino, sale, pepe, prezzemolo, noce moscata q.b.

PREPARAZIONE:
Lessate le patate e le zucchine.
Nel mentre rosolare il macinato con aglio e olio, a piacere nel macinato aggiungere noce moscata e pepe e far sfumare con un po di vino. Aggiustare con il sale.
Schiacciare le patate e le zucchine aggiungendo il prezzemolo e aggiustando con il sale e fate raffreddare per qualche minuto.
Aggiungete la farina e impastate il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo e che non si attacchi alle mani in maniera esagerata.
Scolate i germogli di soia e aggiungeteli al macinato che intanto avrete fatto freddare.
Prendete con un cucchiaio l'impasto e stendetelo con un mattarello per ottenere una sfoglia (lo spessore è a piacere), aggiungete il ripieno e richiudete il tutto.
Passateli prima nella farina, poi nell'uovo e infine nel pangrattato ed infine friggeteli.
 
Buon Appetito!
Stampa

Farfalle Peperoni e Gorgonzola

Scritto da Aurreja on . Postato in Cucina con la Sora Maria

INGREDIENTI (3 persone):


                      2 peperoni (gialli, rossi o verdi che sia)
                      mezza cipolla
                      olio d'oliva q.b.
                      1 etto e mezzo di gorgonzola piccante
                      500 gr. di farfalle (a scelta tra De Cecco, Garofalo o Barilla, fate voi)
                      Parmigiano grattugiato q.b.

PREPARAZIONE:


In una padella, fare un soffritto con un fondo d'olio d'oliva e cipolla. Aggiungervi i peperoni, precedentemente lavati e tagliati a dadini su un tagliere. Coprite con un coperchio e fate cuocere per 20 minuti a fuoco bassissimo, girando di tanto in tanto. Una volta cotti, inserite il tutto nel frullatore, aggiungendoci il gorgonzola per poi frullare per un minuto fino ad ottenere una salsa densa e omogenea. Mettete su l'acqua per la pasta, salate e quando e' in ebollizione, versate le farfalle. Una volta cotta (al dente) scolate e mischiate il tutto in una zuppiera, aggiungendo una spolverata di Parmigiano.

by Aurreja

 

Buon appetito!

Stampa

Carbonara

Scritto da Freedom on . Postato in Cucina con la Sora Maria

Una ricetta classica spiegata passo per passo dal nostro Daniele. Provate a farla così non ve ne pentierete davvero!

Prima faccio delle premesse e cercherò di sfatare alcuni falsi storici.

1) Solitamente si usa dire che ci vuole un uovo a persona:falso. Ci vuole un uovo ogni 100 g di pasta per farla perfetta(credo che 100g di pasta non li mangiavo nemmeno a 3 anni,per questo non potrò mai considerarla una porzione normale).

2) La cipolla non ci va, tantissima gente la mette, è comunque buona ma toglie molto sapore a uova e guanciale.

3) La pasta con guanciale o pancetta, ancor più delle altre, vuole la pasta PIU' CHE aldente, + quasi più importante cuocerla al punto giusto che fare bene il soffritto.

4) La carbonara deve essere nera, abbondare con il pepe, ma sotto il pepe non deve essere bianca, ma gialla, per fare questo occorre togliere la chiara dell'uovo, al massimo ogni 3 rossi mettere una chiara.

5) Un piccolo trucco, provate a mettere sia pancetta che guanciale, viene paradisiaca.

Metto in neretto le cose fondamentali:

Mezze maniche alla carbonara per 3 persone:
500g di mezze maniche
5 uova (NON di meno,in quanto di 4 di queste verrà usato solo il rosso)
Pancetta e guanciale (le dosi sono a piacimento qui, io farei 3 fettine e 3 fettine tagliate fine)
Pecorino
Parmigiano
Pepe nero

Preparare un soffritto con olio EVO, pancetta e guanciale a fuoco bassissimo. Pancetta e guanciale devono essere ben cotte, devono quasi essere croccanti. In una scodella a parte sbattere 3 uova(solo rosso), con del parmigiano, del pecorino e del pepe, e lasciare le altre 2 uova da parte per il momento.
Scolare la pasta e spegnere il fuoco della padella, ecco qui c'è il passaggio FONDAMENTALE per la carbonara, si potrebbero mettere le uova direttamente nella pasta come qualcuno ha detto, ma il sapore non verrebbe cosi' pieno ed intenso come dovrebbe, quindi:mettere la pasta nella padella, aspettare che l'olio nella padella smetti di fare le bollicine (altrimenti viene la frittata), una volta smesso mettere le 3 uova sbattute con parmigiano etc e cominciare a girare, il tutto sempre a fuoco spento. Mentre girate la pasta aggiungere ancora sia parmigiano che pecorino e girare bene, infine prendete le ultime 2 uova, di cui una metterete solo il rosso e l'altra verrà messa per intero, solo a questo punto date una botta di 30-40 secondi a fuoco alto per far prendere il sapore al 100% girando bene e velocemente (se fate precisamente come ho detto io non verrà la frittata) e la carbonara è servita, aggiungeteci del pepe e del pecorino (solo pecorino una volta impiattata) e buon appetito.

Daniele

Stampa

BACCALA' SFILETTATO

Scritto da Aurreja on . Postato in Cucina con la Sora Maria

"Ce piaciono li polli, l'abbacchi e le galline, perchè so' senza spine e non so' come er baccalà.."

Ma a noi er baccala ce piace!

BACCALA' SFILETTATO


INGREDIENTI

Mezzo baccala'
3 rametti di prezzemolo
Pepe q.b.
Olio d'oliva q.b.
1 limone

PREPARAZIONE

Mettere a bagno il baccala' per un giorno intero e cambiargli l'acqua un paio di volte per dissalarlo bene. Togliergli la pelle e sfilettarlo con le mani, mettendolo in una terrina capiente. Aggiungerci il pepe, l'aglio a pezzetti, l'olio, il succo di limone e il prezzemolo tritato finemente. Far macerare per circa 3 ore e poi servirlo. Col pane casareccio va giu' che e' un piacere. 

N.B.

Mi raccomando, la scelta del baccala' e' il 90% della ricetta. Per questo piatto, come baccala' va usato il tipo: <<Gaspe'>>  piu' adatto per essere sfilettato, rispetto al piu' tenero <<San Giovanni>>

 

Buon appetito! 

Stampa

Pici fatti a mano

Scritto da Jhomilton e Faro on . Postato in Cucina con la Sora Maria

I pici sono tipici della tradizione toscana, sebbene come formato di pasta appartengano alle culture dell'italia centrale (in umbria sono chiamati umbrichelli, ad esempio). Appartengono alla miriade delle paste fresche presenti sul nostro territorio.
La peculiarità è che la farina di grano tenero è l'ingrediente principale, e non la semola di grano duro come nel resto delle paste fresche.
La semplicità dell'impasto è sconvolgente e racchiude tutta l'umiltà e la povertà contadina. Sono solo due ingredienti: Acqua e farina di grano tenero tipo 0.
Niente uovo, niente sale (mai metterlo nelle paste fresche, pena la scissione tra acqua e farine), niente olio (rende sì la pasta elastica, ma anche impermeabile e quindi scivolosa).
Le proporzioni sono 2:1 ossia 2 etti di farina, 1 di acqua, anche se potrebbe variare a seconda della qualità della farina e del suo assorbimento.

Per preparare i pici fatti a mano:
Impastare energicamente per 10 minuti farina di grano tenero tipo 0 (1 Kg), acqua tiepida (mezzo litro) finchè la rete glutinica non si sarà formata e il composto non risulterà lucido e liscio.
C'é chi aggiunge all'impasto un uovo per ogni chilo di farina, per fare colore. C'é anche chi usa farina di grano duro (semola macinata), nella proporzione di 1 parte di grano duro e 3 parti di grano tenero.

Dopo aver lasciato riposare l'impasto per mezz'ora, lo si stende in una specie di sfoglia alta un centimetro, dalla quale si ricavano delle piccole strisce che vengono lavorate tra le mani filando il picio più sottile ed uniforme possibile. La pasta di pici così formata viene stesa su un panno di stoffa e impolverata con semola di grano duro o farina di granoturco, per evitare che si appiccichino.

 

Il nostro Forum: sempre insieme con te!

Il cuore del nostro sito è il nostro forum: As Roma Forum. Come il nome del portale che lo ospita. Ore ed ore a parlare della nostra Roma, dei nostro giocatori, dei nostri momenti indimenticabili, delle nostre avventure al fianco della squadra, delle nostre trasferte..

Se vuoi commentare tutte le avventure del mondo Roma non ti limitare a leggere il nostro sito ma iscriviti a questo indirizzo.

Utenti online