Stampa

La ribollita fiorentina

Scritto da Elisa on . Postato in Cucina con la Sora Maria

 

Va bhè dai oggi la ricetta è scontata, ci stavo pensando da inizio campionato e come è gudurioso poterla postare..:

LA RIBOLLITA

Ingredienti:
250 gr di pane toscano (non salato) oppure dodici fette tagliate sottilmente
800 grfagioli cannellini freschi (se invece sono secchi 350 gr)
bietola fresca q.b.
1 mazzetto di cavolo nero
1/2 cavolo verza
5 carote medie
4 patate medie
3 gambi di sedano, meglio se bianco
1 cucchiaio di concentrato di pomodori
2 pomodori rossi
timo q.b.
1 cipolla media
2 spicchi d’aglio
sale e pepe q.b. 

Preparazione:
Lavate e tagliate le verdure a media grandezza. Lessate i cannellini, passateli con la loro acqua di cottura, tenetene qualcuno intero. In una padella fate soffriggere olio e cipolla, quando sarà dorata aggiungete i pomodori e il concentrato. Fate cuocere pochi minuti e aggiungete i fagioli passati e quelli interi, mescolate e aggiungete tutte le altre verdure. Salate e pepate a piacere, aggiungete il timo. Aggiungete 1 litro circa di acqua (6 mestoli) elasciate cuocere per 2 ore. Mettete due fette di pane tostato nel piatto e versate sopra la zuppa. Ripassate in forno coprendo con uno strato sottile di cipolle.

In realtà si chiama ribollita proprio perchè la tradizione vuole che si preparasse il venerdì, in grande quantità, e il giorno dopo si scaldava e mangiata fino alla domenica. Io sono del partito che la "roba scaldata" è sempre più buona quindi..
BUON APPETITO!

Elisa

Stampa

Un secondo tempo panPepato!

Scritto da Elisa on . Postato in Cucina con la Sora Maria

Scusate il ritardo! Contro il siena primo tempo da camomilla ma il secondo è stato.. "panPEPATO"! 

Immagine

Ingredienti: 
120 g farina 
500 g acqua bollente 
80 g miele
70 g zucchero semolato
1/2 cucchiaino bicarbonato
60 g uva psssa 
40 g mandorle pelate
1 cucchiaio pinoli
1 cucchiaio cedro candito a pezzi
1 cucchiaio scorze d’arancia candita
2 cucchiai cioccolato a cubetti
1 cucchiaino anice stellato
1 presa cannella in polvere
1 pizzico sale
1 pizzico pepe nero
burro per tortiera q.b

Preparazione:
Mettiamo in una ciotolina l'uvetta a mollo. In un recipiente versiamo insieme il miele, lo zucchero, il bicarbonato, un cucchiaino d’anice stellato e amalgamiamo bene. Continuando a mescolare aggiungiamo l'acqua bollente e poi, a pioggia, la farina un poco per volta. Lavoriamo bene il composto e aggiungiamo l'uvetta (precedentemente strizzata), le mandorle, i pinoli, il cedro, il cioccolato, una presa di cannella in polvere ed un pizzico di sale. A parte imburriamo una toriera, versiamo sopra il composto appianandone la superficie. Mettiamo sopra la frutta candita. Inforniamo a 190°, con forno già caldo, lasciamo cuocere finche il dlce non assumerà un bel colore dorato. Toglieteo dal forno e lasciatelo raffreddare. 


Buon appetito!

Elisa

Stampa

Sì-è-'na delizia

Scritto da johmilton on . Postato in Cucina con la Sora Maria

Questa è una ricetta di Claudio, un mio amico romano/senese e tifoso della Magica. Sperando sia di buon auspicio per la partita di domenica...Non ha un titolo ben definito, ma la resa è splendida. Provare per credere!

Ingredienti
500gr. fagioli cannellini o zolfini secchi
200gr. di coppa di maiale tagliata in una sola fetta
1 cipolla rossa
sale e pepe nero q.b.

Dopo aver tenuto a bagno una notte i fagioli, lessali e solo dopo averli scolati, salali quanto basta. [Consigli validi per la cottura di qualsiasi legume: MAI farli bollire in acqua salata, altrimenti la pellicina che li ricopre si ispessisce e risulta sgradevole; aggiungere sempre all'acqua una o due foglie di alloro per evitare il "gonfiore" postmangiata]
Nel frattempo fai una dadolata grossolana di soppressata, (da voi si chiama coppa di testa...fattela tagliare una fettona alta almeno un cm per poi farla a dadini).
Non devi far altro che aggiungere la soppressata ai fagioli ancora caldi, appena scolati: in questo modo la parte grassa si scoglierà...quindi dagli una bella mescolata.
Concludi aggiungendoci una cipolla rossa tagliata a julienne, aggiusta di sale e irrora il tutto di pepe nero, macinato al momento, e una generosa innaffiata
d'olio appena franto, (questo è il periodo giusto).
[Piccola aggiunta personale, se volete: servite con dei crostini di pane sciapo abbrustoliti con un poco di rosmarino.] 
Buon appetito


Questa ricetta in realtà mi ricorda molto una versione della panzanella tipica del sud, con le friselle e i borlotti freschi lessati. L'acqua dei fagioli (cotti con sedano e cipolla) viene usata per ammorbidire il pane su cui poi si adageranno i fagioli scolati. Si termina questa merenda contadina condendo il tutto con aceto di vino rosso (o un balsamico igp), olio, sale e pepe in quantità. 
Mamma mia che roba buona!!

Un grazie particolare a Claudio per il suo contributo.

Marco

Stampa

Pescaramanzia solo ora pubblichiamo

Scritto da johmilton on . Postato in Cucina con la Sora Maria

Siamo andati a Pescara e abbiamo vinto. C'è chi parla di un risultato stiracchiato..insomma di quelli buoni ma che rimangono un po' sullo stomaco..tipo i peperoni!


LI PIPINDUN E OVE

Ingredienti
Ingredienti x 4 persone:
500gr. di Peperoni Cornetto o meglio friggitelli.
4 uova
olio extravergine d'oliva delle colline Pescaresi (esclusivamente)
sale qb

Preparazione:
Pulite bene i peperoni privandoli della parte bianca e dei semi. Mettiamo dentro una "frissora" (padella) a riscaldare abbondante olio d'oliva, appena inizia a scoppiettare buttiamo giù i peperoni. Nel frattempo che aspettiamo la rosolatura dei peperoni, sbattiamo 4 uova e sbattiamole a mo di frittata. 
Appena li pipindun s'hann annirit (si sono rosolati) buttiamo le uova girate e mescoliamo il tutto fino alla cottura che più ci piace dell'uovo. Accertatevi che non venga una frittata di peperoni ma... li pependun e ove. 

Buon appetito!
Elisa

Stampa

Fettina pre gara

Scritto da Elisa on . Postato in Cucina con la Sora Maria

Questa ricetta mi è stata passata da un amico del forum (grazie Hal) giustamente stanco della solita fettina pre gara. Si abbina bene alla partita di ieri perchè se ci penso mi viene in mente.. CAPPERI!


Ingredienti:
il succo di un limone spremuto
trito di prezzemolo e capperi ( usate i capperi sotto sale ben sciacquati)
Scalopiine di vitella
farina
burro
sale q.b.
un po’ di brandy

Preparazione:
Infarinate le scaloppine. In una padella antiaderente fate sciogliere una noce di burro e fare rosolare le scaloppine (circa 2/3 minuti per parte) a fuoco alto, salate. Quando saranno dorate adagiatele in un piatto di portata e, sempre a fuoco vivo versate in padella il trito di prezzemolo e capperi ed il limone spremuto sino a creare una salsetta ben omogenea, flambare con il brandy e versare la salsa ben calda sulle fettine.

Buon appetito!


Elisa

Il nostro Forum: sempre insieme con te!

Il cuore del nostro sito è il nostro forum: As Roma Forum. Come il nome del portale che lo ospita. Ore ed ore a parlare della nostra Roma, dei nostro giocatori, dei nostri momenti indimenticabili, delle nostre avventure al fianco della squadra, delle nostre trasferte..

Se vuoi commentare tutte le avventure del mondo Roma non ti limitare a leggere il nostro sito ma iscriviti a questo indirizzo.

Utenti online