Stampa

Meteore Giallorosse - Nesat Gulunoglu

Scritto da antoniocs on . Postato in Rubriche

nesatNel mercato invernale del campionato 1998-99 la Roma oltre ad acquistare dal Cruzeiro Fabio Junior, “l’ uragano blu”, blocca per la stagione successiva un giovane talento ventenne turco del Bochum, Nesat Gulunoglu . Lanciato da Klaus Toppmoller ( che portò successivamente il Bayer Leverkusen in finale di Champions League), esordisce nel campionato 96-97, diciottenne, e con 3 reti in 11 presenze contribuisce al raggiungimento del quinto posto ,con tanto di qualificazione in Coppa Uefa, del neopromosso Bochum (miglior piazzamento nella storia del club). Nel campionato successivo Gulunoglu mette insieme 14 presenze in Bundesliga con una sola rete, al Bayern Monaco (di Trapattoni,Rizzitelli e Kuffour). Nell’ultima stagione in Germania non trova lo spazio atteso, totalizza 12 presenze in campionato e a gennaio si accorda con la Roma per un contratto quinquennale. 
Alla vigilia della partenza per Kapfenberg, insieme al dg Lucchesi, Di Biagio(prossimo interista) e Rinaldi, Gulunoglu incontra i tifosi presso il Roma Store di Piazza Colonna.In Austria, il numero 33 giallorosso non entra nelle grazie di Capello e finisce presto nel vasto gruppo degli esuberi. Dopo qualche mese rescinde il contratto con la Roma e ritorna in Germania, nel Siegen, in terza divisione. L’anno successivo passa in bundesliga 2 al Waldhof Mannheim, ma trova poco spazio e chiude la stagione nella sua città natale, nel Westfalia Herne in quarta divisione.Nel 2001-02 si trasferisce in Turchia, nel Kocaelispor dove gioca (?) 2 stagioni (vittoria di coppa di turchia il primo anno e retrocessione il secondo). Ritorna in Germania, nei dilettanti del Yurdumpspor prima e nell’Hagen poi. Scompare dai radar calcistici nel 2005, anno in cui il Bochum, la sua prima squadra, acquista proprio l’ex “uragano blu” Fabio Junior.

 

antoniocs

Stampa

Meteore Giallorosse - Panushanth Kulenthiran

Scritto da antoniocs on . Postato in Rubriche

Nella sessione invernale di calciomercato della stagione 2009-10 non è il solo Luca Toni ad arrivare in prestito a Trigoria. Dal Bellinzona, società svizzera che all’epoca di frequente effettuava operazioni di mercato con la Roma, infatti giunge Panushanth Kulenthiran giovane nato 19 anni prima nello Sri-Lanka.
I siti ed i giornali che si occupano di Roma lo definiscono attaccante, in realtà “Santino” ( così veniva più agevolmente chiamato nella primavera del Palermo ) ha sempre giocato a metà campo sia nelle giovanili rosanero che nella Vibonese, dove nel 2008-09 ha disputato, in prestito, la sua prima stagione da professionista (Serie C-2).4436-bChiusa l’esperienza calabrese, in cui colleziona 23 presenze in campionato, Kulenthiran viene acquistato dal Bellinzona, dove trascorre la prima parte della stagione senza però esordire in campionato con la prima squadra prima di trasferirsi a Trigoria dove verrà aggregato alla Primavera di De Rossi ( qui trova come compagno di squadra il famigerato Zamblera..) 
L’esperienza in giallorosso è deludente, Kulenthiran non riesce a ritagliarsi un suo spazio ed a fine stagione fa ritorno in Svizzera dove trascorrerà senza gloria anche la stagione 2011-12 arrivando così a scadenza di contrato.
Nell’estate 2012 “Santino” torna in Sicilia. Viene tesserato dal Monreale Calcio, militante nel Campionato di Eccellenza Siciliana, ed oggi il centrocampista singalese è finalmente protagonista, a lui l’augurio di riuscire ad essere determinante per evitare la retrocessione del club palermitano.

 

antoniocs

Stampa

Meteore Giallorosse - Giammarco Frezza

Scritto da antoniocs on . Postato in Rubriche

Mercoledì 4 luglio 2001, mentre proseguono i festeggiamenti per il terzo scudetto giallorosso e nelle radio impazzano le (ultime famose) 3 parole di Valeria Rossi (sole,cuore,amore), la Roma acquista dall’Inter, per 8 miliardi ed 800 milioni, il cartellino del centrocampista 26enne Giammarco Frezza
Romano, cresciuto nella Lodigiani, con esperienze in serie D (Viterbese), C1 e B ( Lodigiani,Salernitana,Fidelis Andria,Chievo,Treviso e Savoia) è da alcuni anni in orbita Inter; i nerazzurri lo hanno comprato nell’estate 98 dalla Fidelis Andria per poco più di un miliardo salvo poi girarlo costantemente in prestito. 
Nell'ambito dell'operazione Frezza-Roma,i nerazzurri acquistano dalla societá giallorossa, per 8 miliardi e 500 milioni, il cartellino di Alessandro Frau, “il nuovo Zola” comprato 3 anni prima, reduce dai prestiti in C1 a Palermo e Pisa, e segnalatosi in giallorosso solo per un assist di tacco a Totti ,dopo essere subentrato da pochi minuti a Bartelt, in Roma-Salernitana 3-1, prima giornata del campionato 98-99.
Nessuno dei 2 rimane però nella società acquirente,entrambi vengono girati in prestito: Frau segna 11 reti in C1 nella Viterbese, Frezza invece passa in B al Palermo di Franco Sensi ( pieno di vecchie conoscenze romaniste: Cappioli,Ferri,Lanzaro ecc). In Sicilia Frezza non riesce a mettersi in luce, colleziona solo 9 presenze nella stagione che vede protagonista un certo Davide Bombardini, prossimo a vestire di giallorosso.
Ritornato a Trigoria, viene ceduto al Torino, con la valutazione di 15 miliardi in un affare che porta a Trigoria, tra gli altri,il laterale Luigi Panarelli, valutato circa 20 miliardi (ma questa è un’altra storia…)
A Torino ( compagno di Balzaretti,Garzya e Scarchilli) non ha grossa fortuna, esordisce in A ma assiste per lo più da spettatore ad un campionato che sfocia nella retrocessione dei granata. Nelle 8 presenze in campionato riesce però ad entrare nel rinomato dei club dei calciatori che hanno segnato l’unico gol in serie A contro la Roma. E’ il 10 maggio 2003, De Rossi gioca la sua prima partita da titolare in serie A contro il già retrocesso Torino ed al 55’ segna il 2-0 con una bordata da fuori area che trafigge Sorrentino. Al 76’ sul risultato di 3-0 (doppietta di Cassano) Frezza subentra a Ferrante e dopo 2 minuti supera Zotti segnando il gol del definitivo 3-1.

Finisce così, con un gol da quasi ex, la favola in serie A di Frezza, la cui carriera in seguito si svilupperà prevalentemente in Puglia: dopo un’esperienza a Pescara in serie B ritorna in C1 per 7 stagioni (F.Andria,Foggia,Gallipoli,Cavese,Potenza,Barletta) nel 2011 passa alla Fortis Trani in serie D e quest’anno è nelle fila del Canosa (capolista nel campionato di Prima Categoria pugliese) dove prima di fermarsi per un brutto infortunio a febbraio, era già arrivato in doppia cifra.

 

 

 

antoniocs

Stampa

Giovani Promesse....Chi sarà il nuovo Florenzi?

Scritto da antoniocs on . Postato in Rubriche

Chi sarà il nuovo Florenzi?
E’ questa la domanda che sicuramente si sarà fatto ogni tifoso romanista seguendo le avventure dei giovani del vivaio giallorosso mandati “ a farsi le ossa” nei campionati minori. La prima metà di stagione dice purtroppo che tra i diversi prestiti, non sembra esserci alcun giovane in grado di aggregarsi a luglio alla prima squadra pronto ad essere titolari da subito ed arrivare in nazionale in poco tempo, ciò non significa ovviamente che non ci siano ragazzi da continuare a tenere d’occhio, sia come possibili risorse tecniche della prima squadra sia (più materialisticamente) come risorse economiche da utilizzare sul mercato come contropartite per eventuali acquisti. 

Analizziamo la prima parte di stagione dei giovani in prestito ( ovviamente senza soffermarci sui vari Curci,Borriello,Brighi e J.Angel che purtroppo conosciamo già tutti molo bene)

Serie A. 

Si distingue Bertolacci che dopo un inizio difficile, è diventato con assist e gol un fattore determinante per gli ultimi risultati positivi del Genoa. 9 gol in 53 presenze ( almeno un terzo delle quali semplici scampoli di partita) in serie A. I numeri ci descrivono un centrocampista pungente in zona-gol. Forse è l’unico che potrebbe già ora ritagliarsi un suo spazio nella nuova Roma. Anche se la società giallorossa non ha mai dato l’impressione di crederci molto negli ultimi 2 anni. Vedremo come sarà definita la comproprietà con Preziosi. Caprari partito titolare inamovibile, ha perso il posto alla distanza finendo per scomparire quasi del tutto con l’approdo di Bergodi sulla panchina del Pescara. L’impressione è che negli ultimi 2 mesi sarebbe servito più alla Roma che al Pescara. A Palermo è ritornato titolare, è appena rientrato nel giro azzurro, la speranza è che possa accumulare esperienza in questo finale di stagione. Stoian Ceduto in comproprietà al Chievo nell’affare Bradley,la sua comproprietà è stata valutata 1 milione, la stessa cifra sborsata per acquisire sempre dai clivensi il 50% del cartellino di Tallo ( francamente non si capisce come possano essere valutati alla pari i 2). A Verona sta giocando poco, 11 presenze per meno di 400’ effettivi, conditi però da 2 reti. Meriterebbe qualche occasione in più.Verre ha giocato soltanto 136 minuti in campionato. Dare un 94 (in prestito secco) a Cosmi è stata un’idea davvero geniale. Con Iachini, il campo non lo ha proprio visto più. Capitano dell’ Under 19, qualche esperienza la sta maturando in azzurro. Un anno perso per uno dei talenti più promettenti del nostro vivaio. Complimenti vivissimi. Mladen In prestito alla squadra dell’accademia di Hagi conta 12 presenze,impiegato anche da terzino destro. Sul rendimento non è possibile esprimersi non avendo modo di visionalo. Il campionato ripartirà a Marzo.


Serie B.

Le maggiori aspettative ad inizio stagione erano riposte su Viviani, frenato dalle discutibili decisioni dell’ex allenatore Pea, che lo alternava a Nwanko e dall'intervento al menisco. Per lui una doppietta pregevole all’Empoli in 540’.A gennaio, oltre a Piscitella, utilizzato poco al Genoa, è sceso in B Crescenzi, altro 91 su cui forse non si crede fino in fondo. E’ alla quarta stagione lontano da Trigoria. A Pescara non ha mai giocato, complici diversi problemi fisici. A Novara è partito forte con 2 partite quasi perfette. Speriamo continui su questi livelli. Una vicenda strana è quella di Frascatore, che ha passato la prima parte di stagione tra la fascia sinistra dell’Under 21 e la tribuna di Sassuolo (3 presenze per 169’).Si è cercato di mandarlo a Bari a gennaio ma il Sassuolo s’è opposto, speriamo perché deciso a dargli un po’ di fiducia nel finale di campionato. D’Alessandro a Cesena sta deludendo le aspettative, sta giocando una stagione sufficiente ma era lecito attendersi di più. Altri che non stanno incidendo molto sono Barba (che rinnova la tradizione dei centrali mandati a Grosseto, a giocare non molto), Sabelli (rendimento altalenante) e Pettinari (trasformato ormai in centravanti , per lui finora solo il gol al Verona).

Lega Pro

politanoperugiaPerugia troviamo la vera rivelazione di quest’annata, Politano è senza dubbio quello che ha avuto il miglior rendimento. A parte i 7 gol in campionato ( più altri 2 in Coppa Italia Lega Pro e 2 in U20) che per un’ala, in un campionato avaro di gol come la Prima divisione girone B, sono tantissimi, a stupire è la personalità del giovane giallorosso, vero e proprio uomo squadra e protagonista pure nei calci piazzati. Buono il rendimento di Malomo (difficile però rivederlo a Roma: è un 91, forse è già troppo “vecchio”) ed Orchi (inutilizzato ad inizio stagione, il suo impiego ha coinciso con la risalita in classifica del Catanzaro). Poco spazio ha avuto Montini a Benevento, 04 22 bso f1 533 a resize 526eppure ha segnato 2 reti in meno di 270’. A Gennaio è passato al FeralpiSalò, segnando 2 gol in 36’ in 2 spezzoni di partita (Altri 2 gol li ha fatti con la Nazionale Lega Pro). Non hanno inciso Ciciretti (che stenta ad imporsi nella Carrarese),Leonardi (per infortunio, e forse vicende giudiziarie) e Scardina, sceso a gennaio in seconda divisione dove giocano pure Viscontini (riserva nel Chieti, destinato ad uscire dall’orbita Roma a fine contratto) e Proietti Gaffi, che ha ritrovato la maglia da titolare da poco offrendo ottime prestazioni (ad inizio anno è partito in maniera incerta, complice un inizio balordo del Fano sotto la guida di Zeman junior: emblematici i 6 gol incassati dall’Alessandria).

 

antoniocs

Il nostro Forum: sempre insieme con te!

Il cuore del nostro sito è il nostro forum: As Roma Forum. Come il nome del portale che lo ospita. Ore ed ore a parlare della nostra Roma, dei nostro giocatori, dei nostri momenti indimenticabili, delle nostre avventure al fianco della squadra, delle nostre trasferte..

Se vuoi commentare tutte le avventure del mondo Roma non ti limitare a leggere il nostro sito ma iscriviti a questo indirizzo.

Utenti online