Stampa

[Pagelle Serie A] Roma - Catania 4-0 [22-12-2013]

DE SANCTIS, sv: inoperoso, torna alle partite vacanziere di inizio stagione

MAICON, 7: contro un avversario inesistente in fase offensiva dal 20mo pt in poi, puo` esaltare le proprie qualita` d'attacco dello spazio: una bella discesa al 38mo, col suo cross chiuso in diagonale, poi nella ripresa lavora in tandem con Totti con una serie di triangoli l'occasione al 53mo e mette un buon pallone in area sempre per il Capitano anche al 66mo.

BENATIA, 8: e` l'unico difensore chiamato a un intervento impegnativo (quando contra un tiro in area di rigore intorno all'11mo minuto), il voto piu` alto di giornata e` il risultato dei bonus per i gol di testa: il primo, che sblocca la partita, sugli sviluppi di un angolo al 19mo, il terzo su punizione al 59mo.

CASTAN, 6.5: sempre sicuro ma mai testato fino a fondo.

DODO`, 6+: nessuno problema difensivo ma ha tarato male qualche cross e lancio e contro avversari di questo livello e` lecito aspettarsi di piu`, anche perche` il campo aperto avanti a se per esaltare le proprie qualita` ce lo aveva eccome.

BRADLEY, 6+: in questo ruolo le sue qualita` di lettura tattica vengono esaltate e poi non subisci l'handicap dei suoi piedi modesti in zona gol, sarebbe da 6.5 non fosse per un giallo rimediato per intervento in ritardo che potrebbe risparmiarsi.

PJANIC, 6.5: perde qualche pallone nei primissimi minuti ma poi sale in cattedra e viene esaltato dal compito di regia bassa: nel pt e` il giocatore che prende palla davanti alla difesa, lancia lo strappo e la porta ai 4 avanti. Nella ripresa si limita al compitino perche` il risultato lo permette e perche` e` diffidato.

- FLORENZI, sv: ma convincente anche in quel ruolo, e` veramente un jolly completo.

GERVINHO, 6+: arriva alla sufficienza per l'azione funambolica che porta al 4-0 firmato sempre da lui con una conclusione un po' sbilenca che gli permette di scavalcare Frison, ma prima del gol per me non e` sufficiente, troppi errori grossolani: e` vero ci sono 2 rigori su di lui (al 64mo e al 68mo, e sono due falli da ultimo uomo, quindi rosso diretto), anche se sul primo potrebbe tirare molto prima mentre pare aspettare apposta per farsi fare fallo, ma nel pt. tocca un po' troppo morbido sulla sponda di Destro al 24mo (permettendo a Frison un miracolo cmq clamoroso, con la mano di richiamo), poi sbaglia un controllo in campo aperto al 41mo che se stoppava andava in porta palla al piede, e un altro su lancio di Totti al 51mo, poi colpisce il palo a Frison stra-battuto al 75mo sulla respinta del tiro di Totti. Come detto, si rifa nel finale, ma contro un altro avversario oggi avremmo pagato le sue indecisioni.

TOTTI, 6.5: non benissimo quando si tratta di concludere, determinante quando si tratta di impostare ed inventare. Al 4to inventa un paio di dribbling sulla trequarti e una grande apertura per Ljajic, poi innesca l'azione Destro-Gervinho al 41mo con un delizioso tacco di prima, nella ripresa disegna un lancio volante per Gervinho in apertura e poi un cross leggermente troppo alto per Ljajic, mette Gervinho solo davanti al portiere al 51mo (ma l'ivoriano non controlla) e nelle occasioni dei due rigori non segnalati (64mo e 68mo). I tiri: male dopo aver costruito bene con Maicon al 53mo una serie di triangoli, ma poi colpisce sbilenco in area e manda a lato sull'ultimo passaggio di ritorno del brasiliano, ok al 66mo sempre su servizio di Maicon, ha troppi difensori davanti e deve angolare la traiettoria, mettendo dunque a lato del primo palo, bene al 75mo quando inventa una bomba e costringe Frison al tuffo (poi Gervinho non sfrutta la ribattuta). Se non svirgolasse quel passaggio di Maicon al 53mo e prendesse cmq lo specchio, sarebbe da 7. Cmq dopo 6-7 partite in sua assenza con 1 gol (massimo 2 in un paio di occasioni) fatti a partita, col suo ritorno dal 1mo minuto, ne facciamo 4 (e torniamo a non subirne, perche` la qualita` del possesso palla e` diversa).

- F. RICCI, sv.

LJAJIC, 7: in una partita in cui non ha il bonus del gol come nelle prime uscite, ne riesce a spaccare la difesa con dribbling continui come nel st contro l'Atalanta, inanella forse la prestazione piu` intelligente, piu` matura da quando e` alla Roma. Si trova lo spiraglio per il diagonale al 18mo e Frison para, poi un'altra volta al 2ndo st e Frison mette in angolo. Piazza sulla testa di Benatia la punizione del 3-0 e restituisce (giustamente) a Gervinho quanto si era creato all'81mo per il 4-0. Insomma non devastante, ma piu` convincente nell'approccio alla partita (che cmq conclude con due assist) rispetto ad altre uscite.

DESTRO, 7.5: segna il gol che chiude la partita grazie ad un regalo di Frison ma che denota il suo istinto killer per il gol (vabbe, ma io che l'anno scorso dicevo che la media gol sua e di Osvaldo andava calcolata in gol per minuto e non gol per presenza ero un pignolo invasato...), e` cmq per distacco il piu` convincente come prestazione fino a che rimane in campo: sua la sponda per l'1-0 di Benatia, al 22mo si libera in un fazzoletto d'erba di due uomini in area di rigore e fa partire un diagonale che Frison mette a lato con la punta delle dita, mette a Gervinho una palla da spingere in porta con una sponda in area al 23mo, poi lancia l'ivoriano (che manca il controllo decisivo) nello spazio al 41mo. A inizio ripresa un suo tacco volante innesca l'azione Totti-Gervinho-Ljajic al 1mo. Attaccante completo, e non e` ancora al 100%.

- TADDEI, 6+: entra con la partita in discesa, fa il compitino, impreziosito da qualche dribbling dei suoi sulla trequarti.

All. GARCIA, 7: gioca con l'ultima della classe, l'obiettivo e` fare i 3 punti per allungare sul Napoli e non perdere di vista la Juve, e di farli senza rimediare gialli per i diffidati. Fa una scelta coraggiosissima, inaudita per gli standard italiani (4 punte + Pjanic), ma a differenza dei suoi predecessori riesce a farsi cmq resituire un certo equilibrio dagli 11 in campo. Da a Totti l'occasione di mettere in cascina minutaggio, premia il feeling col gol di Mattia Destro, regala a Ljajic una prova positiva che serviva al morale, riceve risposte positive da Pjanic in un ruolo piu` nevralgico. Tutto bene, ma il voto non e` piu` alto perche` l'avversario era l'ultima della classe e gli si e` cmq messa bene con le palle inattive e l'errore di Frison.

Stampa

[Pagelle Serie A] Milan - Roma 2-2 [16-12-2013]

DE SANTIS, 6: attento sul cross corto di Emanuelson al 29mo, dopo che era stato messo in difficolta` da un retropassaggio pericoloso, bene (anche se non benissimo) su Balotelli da fermo all'85mo. Incolpevole sui gol ma neanche fa il miracolo.

 

MAICON, 6: partita distratta ma non nociva dietro (unico brivido quando Emanuelson lo salta secco al 29mo) e volitiva ma non eccezionale davanti (unica occasione degna di nota il cross per Bradley al 70mo).

 

BENATIA, 6+: bene su un paio di batti e ribatti al 12mo, ma poi si perde Zapata sull'angolo dell'1-1. Nel p.t. non commette errori, ma Kaka` lo porta a spasso un po' troppo facilmente, lasciando cosi` spazio all'1vs1 Burdisso-Balotelli.

 

CASTAN, 6.5: il migliore della difesa finche e` in campo, ferma Balotelli a bordo area senza commettere fallo al 4to e finche e` in campo lo annulla. Esce per uno spintone plateale e malizioso di Kaka` che lo infortunia, ovviamente non punito da cartellino.

 

- BURDISSO, 6.5: bravo a far blocco su Kaka al 48mo e permettere a Benatia l'anticipo e a non farsi irretire da Balotelli al 75mo. Ferma di petto (e con le braccia cmq posizionate lungo i fianchi, come concesso da regolamento) il cross di De Sciglio all'84mo. Ma non puo` nulla sulla protezione del pallone da parte di Balotelli in occasione del 2-2.

 

DODO`, 6+: macchia sua migliore prestazione complessiva da quando e` alla Roma (da 7 pieno, considerando la riconquista del pallone che porta all'1-0 e un azione simile che innesca un contropiede sprecato da Gervinho al 47mo) con un retropassaggio mal calibrato che impiccia De Santis ed eventualmente porta all'angolo su cui pareggiano la prima volta e col movimento ad accentrarsi in raddoppio su Balotelli che lascia libero Muntari per il 2-2.

 

BRADLEY, 5+: partita da 7.5 per l'intelligenza tattica, la corsa continua, i possessi palla strappati agli avversari sulla loro trequarti, che scende di almeno due voti pieni se non di piu` per la collezione di malus in fase offensiva: spreca un contropiede al 20mo (anche se poi crea un'occasione rimediando con la riconquista del pallone), appoggia un po' troppo morbido in porta sugli sviluppi di una punizione di Ljajic e il difensore riesce a rinviare prima che la palla passi la linea, rallenta un'esecuzione in area al 49mo e spreca un contropiede 3vs2, infine colpisce male di testa su cross di Maicon al 70mo.

 

DE ROSSI, 6-: rimedia il giallo alla prima entrata in ritardo (su Emanuelson all'11mo), viene strattonato e buttato a terra platealmente su angolo: e` un rigore clamoroso e nulla viene segnalato. Nella ripresa perde una brutta palla poco prima del 2-1 e da li` va in calo. Squalificato col Catania.

 

STROOTMAN, 7+: il migliore. Esegue a memoria l'assist da calcetto dell'1-0 di Destro, propizia il 2-1 col lancio per Gervinho e trasformando il rigore procurato dall'ivoriano. Quando lui torna a livelli umani, nel finale, il Milan inizia a sperare di pareggiarla. Manchera` anche lui col Catania, lui che e` l'unico che ti puo` fare il vice-De Rossi senza levarti qualita` e quantita`.

 

GERVINHO, 6.5: e` vero propizia il 2-1 battendo sullo scatto Gabriel e costringendolo al fallo da rigore. E` vero, e` spesso inarginabile per i difensori del Milan. Ma nonostante il rigore non prende piu` della sufficienza abbondante perche` spreca troppo: al 7mo ha una buona palla e prova il tiro dal lato corto quando Abbiati e` gia` posizionato sul primo palo, dovrebbe centrarla. Si impappina su un'occasione ghiottissima, in campo aperto al 33mo dopo che un difensore cicca il rinvio e gli lascia la prateria e si fa recuperare da Zapata. Nella ripresa spreca il pallone sul lato corto di Dodo` e anche il contropiede innescato dallo stesso Dodo` al 55mo. Gestisce bene invece quello al 59mo (e viene poi anticipato al momento della battuta in rete), ma spedisce a lato l'occasione al 94mo. Imprescindibile, ma non il Gervinho superstar di Inter, Bologna e Fiorentina.

 

DESTRO, 6.5: nei primi minuti Gervinho prova a tirare dal lato corto invece di servirlo e si spazienta, poi alla prima palla utile segna l'1-0 appoggiando in rete l'assist di Strootman al 13mo. Palesemente in calo nella porzione di st giocata.

 

- TOTTI, 5.5: non e` mai stato giocatore da partita in corso, lo puo` essere ancora meno dopo 2 mesi di stop al rientro in trasferta in pieno inverno. Entra per gestire il vantaggio ma poco dopo il Milan pareggia. Riesce cmq a fare un giro palla piu` preciso di quanto visto fino al suo ingresso, ma ci sono anche meno spazi.

 

LJAJIC, 6+: parte bene propiziando l'1-0 con una iniziativa sulla sinistra e mettendo in difficolta` i rossoneri con la punizione che porta al quasi-gol di Bradley. Ma nel s.t. scompare e passa troppo corto al centro per Gervinho al 59mo. Se Destro un motivo per calare ce lo ha, lui no.

 

- FLORENZI, sv.

 

All. GARCIA, 6.5: le uniche cose che poteva fare diversamente erano l'ordine della staffetta Destro-Totti e l'ordine dei cambi: una volta deciso di iniziare con Destro, magari poteva fare entrare prima Florenzi, spostando Ljajic al centro, e poi Totti nel finale dopo aver difeso il 2-1 per una quindicina di minuti aggiuntiva. Ma e` anche inutile discutere le scelte di un allenatore, se la strategia che impiega nel preparare la partita viene sistematicamente annullata dagli errori arbitrali. Lui era partito col tridente pesante e aveva chiesto ai suoi la massima intensita` possibile nella prima mezz'ora convinto che in questo modo si sarebbe messo in cassaforte il risultato da subito (innervosendo cosi` i milanisti e costringendoli a giocare una partita super-offensiva e a lasciare 30 metri di campo aperto a Gervinho lanciato da Totti per il resto della gara) e ci aveva preso. Se poi l'arbitro ti nega il rigore clamoroso su De Rossi che ti avrebbe permesso la situazione di doppio vantaggio dopo 20 minuti, se poi Balotelli puo` fare 5 simulazioni sanzionate con l'interruzione del gioco senza beccare un cartellino (per regolamento se un arbitro ravvede una simulazione e la sanziona col fischio, deve anche ammonire), se Kaka` puo` tirare fuori dalla partita Castan senza ricevere giallo, poi regarire a un giallo rimediato per intervento 'arancione' su Dodo` applaudendo e gridando in faccia all'arbitro senza ricevere il sacrosanto rosso, se di contro De Rossi viene ammonito al primo fallo e gioca condizionato per il resto del match, a lui che voto gli vuoi dare? Non gli viene concesso di svolgere il suo piano di gara dai poteri forti del campionato: se merito di stare 2-0 dopo 20 minuti e ho pianificato di farlo per potermela gestire dopo quando subentra la fatica, dovrei riuscire a farlo senza che l'arbitro ogni volta ci si metta di mezzo. Non e` possibile che la Roma debba fare la prestazione da 4-0 per battere alcune squadre. In un campionato regolare, la Roma dal 20mo in poi non avrebbe mai avuto meno di due gol di vantaggio e Balotelli avrebbe ricevuto il 2ndo giallo quando si butta sul lato corto senza che Burdisso lo tocchi. Quindi che dire su di lui? Bravo, non impeccabile stasera, in quel che puo` controllare...

Stampa

[Pagelle Serie A] Roma - Fiorentina 2-1 [8-12-2013]

DE SANTIS, 7: quasi regala un'occasione al 59mo quando rinvia scivolando mentre protesta, ma poi tira fuori dal cilindro il volo da due punti sulla punizione di Pasqual al 70mo.

 

MAICON, 6.5: male dietro (lascia a Vargas lo spazio per il tiro dell'1-1 e gia` prima aveva commesso lo stesso errore sempre su Vargas al 3zo e non prova neanche ad inseguire Aquilani su quella palla al 60mo che per fortuna l'ex svirgola a lato), ma davanti ci porta 1-0 mantenendo la freddezza sul pallone di Gervinho che rimbalza su Florenzi in area piccola, trovandosi lo specchio con un controllo di suola ed appoggiando a rete e poi nella ripresa va vicino alla doppietta (e cmq guadagna l'angolo del 2-1) dopo aver imbeccato Strootman in occasione del palo al 62mo. Senza il gol da 5.5/6, col gol abbondantemente sufficiente.

 

BENATIA, 7.5: sovrastato di testa da G.Rossi (che per fortuna gira alto) al 3zo st. e` l'unica macchia di una partita impeccabile in cui si produce in un campionario di chiusure in spaccata (21mo, 36mo) e va vicino al gol di testa su angolo al 73mo.

 

CASTAN, 7.5: complessivamente un gradino sotto a Benatia nei 90 minuti (lascia a Cuadrado l'occasione sbilenca al 36mo pt ma poi si rifa sullo stesso, che aveva saltato Dodo` al 57mo), ma ha il bonus della scivolata su Rossi in tempo di recupero che vale quasi un gol.

 

DODO`, 5.5: complessivamente sta crescendo difensivamente, davanti bello il cross da cui nasce l'occasione di De Rossi all'11mo. Ma ha il malus del rinvio sporco da cui nasce il pari viola (e non rincorre neanche Tomovic dopo avergliela data).

 

PJANIC, 6-: bene nel giro palla, nella copertura degli spazi e nel calcio d'angolo piazzato sulla testa di Benatia al 73mo, male quando calcia in porta o prova l'imbucata per i compagni negli ultimi 20 metri di campo, se il primo giallo e` puntiglioso, il secondo se lo cerca con un'entrata molto pericolosa in una zona di campo in cui non era necessario rischiarlo.

 

DE ROSSI, 7-: gia` al 2ndo minuto sarebbe decisivo, pennellando un lancio al bacio per Ljajic solo sul dischetto di rigore, poi va vicino al 2-0 di testa da due passi all'11mo. Nella ripresa sporca quasi tutti i palloni che i viola giocano nella nostra trequarti e chiude su Borja Valero sul lato corto all'83mo. In ripresa.

 

STROOTMAN, 7: regala una semi-occasione a Rossi al 21mo con un rinvio sbagliato (anche se l'italo americano poi si aiuta due volte con la mano) ma cresce alla distanza e nella ripresa e` un SUV impossibile da fermare, poi colpisce il palo in corsa al 62mo.

 

FLORENZI, 5+: preziosissimo tatticamente generosissimo fisicamente, ma impreciso (sballa il cross al 33mo dopo che Strootman si e` ucciso per tenere il possesso, tira altissimo da fuori area al 49mo sulla ribattutta ad una sortita di Gervinho) e nervoso (come quando si ferma a protestare per un mani, che c'e`, al 36mo e costringe Benatia agli straordinari.

 

- DESTRO, 7: si ripresenta dopo un calvario di mesi e segna il gol della vittoria in poco piu` di mezz'ora.

 

- BRADLEY, sv.

 

LJAJIC, 5: non controlla, solo sul dischetto, un lancio al bacio di De Rossi a inizio partita, poi nella ripresa disfa quasi tutto cio` che viene creato da Gervinho: perde un possesso importante a bordo area viola al 51mo, lento e scoordinato sulla ribattuta del diagonale dell'ivoriano al 57mo, piazza sul primo palo, dov'e` posizionato Neto, un'altra perla di Gervinho poco dopo.

 

- TADDEI, 6-: entra bene, rubando possessi e trovando qualche spazio, poi negli ultimissimi minuti e` un po' troppo confusionario.

 

GERVINHO, 8.5: serve leggermente in ritarfdo Ljajic al 6to ma un attimo dopo riceve da Maicon, beve Tomovic e restituisce l'assist al brasiliano tramite deviazione di Florenzi, crea un altro pericolo con una chicane in area di rigore al 10mo, Neto gli para un bel diagonale al 57mo dopo uno slalom sul lato corto, inventa un'altra sterzata al 61mo e Ljajic spreca, da a` Maicon il pallone di ritorno per l'occasione al 67mo e poi sugli sviluppi dell'angolo seguente pennella l'assist della resurrezione di Destro: incontenibile.

 

All. GARCIA, 7.5: in una partita giocata ad alta intensita` da entrambe le squadre, indovina formazione e cambi (anche quello di Destro) e se non fosse per Ljajic e un po' di sfrotuna sarebbe gia` 2 a 0 a meta` primo tempo. Poi nella bravura, arriva anche la buona sorte e Aquilani non fa quello che fa Destro, segnare sull'unica palla a disposizione.

Stampa

[Pagelle Serie A] Atalanta - Roma 1-1 [1-12-2013]

rigore negato

 

DE SANTIS, 5-: dopo averci salvato la pelle almeno una volta a partita in parecchie delle ultime partite, stavolta e` un suo errore decisivo che ci fa andare sotto con una punizione, lenta, da lontano, che e` vero che passa sotto alla barriera e rimbalza male davanti alla linea, ma era prendibilissima.

MAICON, 5+: gli negano un rigore SOLARE, tira a porta spalancata e un difensore gliela para allargando palesemente il braccio in area di rigore. Cio` detto non fa una bella partita: fa qualche buona diagonale a inizio pt., poi pero` al 28mo si scorda Brienza che ha una occasione netta su calcio di punizione, poi perde una brutta palla sul fallo laterale vicino al lato corto per distrazione, nel st tira malissimo al 63mo da posizione defilatissima quando avrebbe tutto il tempo di aggiustrarsela e o rientrare o centrarla e tutti i cross sono in bocca a Consigli.

BENATIA, 6: partita nervosa ma senza grossi errori, per me anche la punizione su cui va in vantaggio l'Atalanta non era fallo perche` lui prima prende nettamente il pallone da sotto le gambe di Moralez, poi quando il possesso e` gia` suo sullo slancio tocca anche la gamba dell'avversario.

CASTAN, 6.5: sicuro, annulla Denis e non rischia nulla.

DODO`, 6.5: la miglior notizia della partita, parte molto bene difensivamente, con begli anticipi di testa, poi azzecca tutte le letture, nella ripresa il modulo lo favorisce offensivamente, pennella un buon cross per Florenzi (contrato) a inizio frazione, poi centra un ottimo pallone al 63mo ma non c'e` nessuno in area piccola e Maicon, dall'altro lato, spreca.

BRADLEY, 6-: e` vero, con lui siamo meno dominanti in fase di palleggio, piu` lenti e perde qualche palla come al 66mo che Moralez gliela frega girandogli alle spalle. E c'e` il malus per aver ciccato il pallone su assist di Gervinho al 74mo. Ma a fare da contraltare a quell'episodio, nelle uniche due occasioni del pt e` lui a inventare un gran lancio per Gervinho in area al 19mo e gestire il contropiede nel recupero, nella ripresa e` lui a pareggiare di testa sugli sviluppi dopo il rigore negato a Maicon e il tutto viene annullato per fuorigioco inesistente (e` perfettamente in linea).

DE ROSSI, 5.5: non e` al meglio e si vede, perde un pallone pericoloso al 3zo, poi soffre la pressione di Moralez, e` il primo a uscire nella ripresa.

- LJAJIC, 6-: sei meno col bonus di mezzo voto per l'assist del gol di Strootman, per il resto e` da poco piu` di 5 come col Cagliari, fatica a trovare la posizione, poi tira male dal limite al 71mo quando ha Florenzi tutto solo per lo scarico a destra che se gliela passa entra in porta col pallone, spreca pure un paio di possessi nella trequarti offensiva nel recupero.

STROOTMAN, 6: partita mediocre, a corto di fiato, come le sue ultime, con l'ancora di salvataggio del gol del pari che almeno ci regala un punto (stretto).

MARQUINHO, 5.5: bello spunto e tiro da fuori all'angolino al 9no che Consigli deve mettere in angolo. Poi progressivamente si spenge.

- PJANIC, 6.5: Garcia dice che non stava bene ma il suo ingresso e` tardivo, entrato lui arriva il fosforo e disegna il cross per l'occasione di Florenzi di testa all'86mo e credo anche quello per Bradley sul gol annullato.

GERVINHO, 6: fatica a trovare la posizione da punta centrale, a volte agisce addirittura da rifinitore senza avere la visione di gioco necessaria, non arriva di un soffio sul lancio di Bradley al 19mo, cinturato in area di rigore al 41mo episodio dubbio, nella ripresa ci mette un po' a ingranare, poi mette un gran pallone a Bradley al 74mo dopo aver saltato un paio di avversari.

FLORENZI, 6: partita di grande sacrificio, non ha ne un rifinitore (Pjanic o Totti) a lanciarne gli inserimenti, ne un punto di riferimento centrale (Destro o Borriello) per il quale cercare l'allungo sulla fascia e crossare, quindi deve inventarsi posizione, giocata e interpretazione ogni volta che gli arriva palla a seconda di come svaria Gervinho. Consigli gli nega il pari di testa all'86mo.

- RICCI, sv.

All. GARCIA, 5.5: dice che Pjanic non stava bene, ma il suo ingresso e` tardivo, e non capisco perche` Ricci e non Destro anche se per pochi minuti, alla fine prende gol per colpa di De Santis e prende solo un punto esclusivamente per via di un furto arbitrale, cio` detto la Roma toppa la prima ora di gioco e quando De Rossi e Strootman sono sotto giri e` una squadra mediocre (se poi le manca anche Totti...).

Stampa

[Pagelle Serie A] Roma - Cagliari 0-0 [25-11-2013]

DE SANCTIS, 7: miracolo al 33mo su colpo di testa di Ibarbo sugli sviluppi di un contropiede, para bene su Eriksson da fuori all'85mo. Riflessione: prima era sempre da senza voto, nelle ultime 5 partite e` costretto a fare una parata da 2 punti a partita.

MAICON, 6+: nel p.t. bella la discesa sul lato corto al 5to e tiro in porta: rimedia un angolo. Nella ripresa Avramov gli nega un gran gol su tiro in corsa da fuori area con uno straordinario colpo di reni. Ma troppi cross sono telefonati.

- BRADLEY, sv.

BENATIA, 6_+: maestoso dietro (anticipo su Ibarbo al 44mo e al 70mo, una serie di interventi bellissimi a inizio s.t. quando la squadra e` riversata in avanti), un mezzo punto di malus per aver ciccato la palla sulla respinta di Avramov.

- BURDISSO, sv. vicinissimo ad essere eroe di giornata, Avramov si supera anche su di lui, da due passi, su angolo nel recupero del s.t.

CASTAN, 6.5: ordinaria amministrazione, non va mai in sofferenza.

DODO`, 6-: con un bel mezzo punto di bonus per i due cross utili: quello in corsa per il palo di Gervinho al 38mo e quello per Florenzi al 48mo. Al netto di quei due episodi, pero`, partita da 5/5+. Confusionario in avvio, spedisce molti rinvii sui cagliaritani, si perde Ibarbo di testa al 33mo, spreca uno dei pochi cross buoni di Maicon perche` non si fida di provare il tiro al volo da buona posizione e i cross nel st., quando e` entrato Borriello, sono tutti in bocca ad Avramov.

PJANIC, 5.5: oggi a centrocampo e` proprio mancato lui: nervoso, confusionario, sbaglia qualche passaggio di troppo e cmq non trova mai quello illuminante. Una staffilata di poco a lato nel pt. un'altra nel recupero del st. Sembrava quello dell'anno scorso.

DE ROSSI, 6.5: ordinato dietro, imposta e argina le ripartenze del Cagliari. Partita sufficiente impreziosita dal lancio per Strootman che significa l'occasione da gol piu` 'pulita' del match.

STROOTMAN, 6+: anticipa Dessena sulla ribattuta del colpo di testa di Ibarbo ed e` un anticipo che vale quasi un gol. Poi pero` Avramov respinge un suo tiro a botta sicura in 1vs1 in area di rigore e non e` in tutto e per tutto un gol sbagliato, ma si poteva fare meglio. Anche lui sbaglia qualche passaggio di troppo per i suoi standard.

FLORENZI, 6.5: due tiri al volo sul solito schema da calcio d'angolo, di poco alti considerando la difficolta` d'esecuzione, viene abbattuto sulla linea dell'area di rigore al 19mo lanciato verso la porta e nulla viene segnalato. Nel st. pesca il tiro incrociato all'angolini rasoterra su cross di Dodo`, ma Avramovi si supera. Uscito lui, la Roma perde il raccordo tra centrocampo e attacco che aveva e si iniziano a soffrire sistematicamente le sortite del Cagliari e a lanciare palloni in avanti alla rinfusa.

- BORRIELLO, sv. impegno ma nessuna occasione.

LJAJIC, 5: male. giocatore indecifrabile nel senso negativo, oggi gioca centrale e se e` vero che nella Roma e` la prima volta, nella Fiorentina lo aveva fatto gia` e bene. fatica a trovare la posizione, non salta mai l'uomo, non entra in nessuna azione saliente.

GERVINHO, 7-: si ripresenta alla sua maniera saltando 4 uomini al 4to e andando vicino al gol. Colpisce il palo a botta sicura al 38mo su cross di Dodo`. Nella ripresa conquista parecchi angoli andandosene al primo marcatore ma e` visibilmente e comprensibilmente (prima partita dopo un mese e passa di stop) stanco.

All. GARCIA, 5+: per quanto mi riguarda prima insufficienza pesante. Incomprensibile Bradley terzino destro (al limite meglio Taddei, oppure se Bradley doveva essere, arretramento di De Rossi in difesa e Benatia terzino), incomprensibile la permanenza di uno spaesatissimo Ljajic in campo per 90 minuti. E` vero che la Roma ha pareggiato tre partite che se le rigioca 100 volte con la stessa intensita` e volume di gioco, 99 volte su 100 le vince, ma e` anche vero che nell'ultimo mese le parate salva risultato di De Sanctis fioccano puntuali e prima non era mai chiamato in causa. Urge Totti, ma in un mese e mezzo e una sosta per le nazionali qualche idea alternativa piu` efficace del Ljajic odierno si poteva studiare.

Il nostro Forum: sempre insieme con te!

Il cuore del nostro sito è il nostro forum: As Roma Forum. Come il nome del portale che lo ospita. Ore ed ore a parlare della nostra Roma, dei nostro giocatori, dei nostri momenti indimenticabili, delle nostre avventure al fianco della squadra, delle nostre trasferte..

Se vuoi commentare tutte le avventure del mondo Roma non ti limitare a leggere il nostro sito ma iscriviti a questo indirizzo.

Utenti online