Giuseppe Giannini

I calciatori che hanno fatto la storia della Roma
Rispondi
Avatar utente
John Locke
Leggenda
Leggenda
Reazioni:
Messaggi: 17578
Iscritto il: sabato 19 gennaio 2013, 1:57
Contatta:
Stato: Non connesso

Giuseppe Giannini

Messaggio da John Locke »

ti manca l'umiltà, ti rispondo io alla domanda che fai tu caro Giannini, meno male che non ti hanno preso in considerazione dopo queste dichiarazioni :roll:

GIANNINI: "PERCHÉ LA ROMA NON MI PRENDE MAI IN CONSIDERAZIONE?"

NOTIZIE AS ROMA - L'ex giocatore giallorosso Giuseppe Giannini confessa che sarebbe venuto volentieri ad allenare la Roma e non approva le scelte della società. Ecco le sue parole ai microfoni di Centro Suono Sport:
"Sono avvelenato. Qui sembra che meno hai a che fare con il passato con la Roma e più vieni preso in considerazione. Con tutto il rispetto di Muzzi o Panucci, ma perché il mio nome non viene mai preso in considerazione? Ditemi solo un motivo. Le esperienze che ho fatto io non credo che le abbiano fatte nè Muzzi nè Andreazzoli....Parentesi chiusa, scusate ma ci tenevo a dirlo".

Che tattica avresti adottato?
"I numeri dicono che la forza principale della Roma è l'attacco. Zeman da metà campo in su è il migliore, il numero uno. La fase difensiva un po' meno. Quando andai a Foggia fui costretto a giocare con il 4-3-3 perché lì sono ancora innamorati di Zemanlandia. A me piaceva e lo feci volentieri. Poi mi sono accorto che devi stare attento perché i giocatori inconsciamente, soprattutto quelli che pensano di essere lenti, tornano troppo indietro.... E agli attaccanti veloci non puoi dare spazio. Secondo me Castan e Burdisso soffrivano questo".

La tua Roma come sarebbe?
"Secondo me De Rossi nasce come mezzala destra. Non era regista con Spalletti, lavorava con Pizarro. Io avrei fatto così: tre centrali di difesa, due centrali a centrocampo con Pjanic e De Rossi, a destra Florenzi, a sinistra Dodò o Balzaretti. E in avanti quelli che ci sono ora. Avrei lavorato sulla difesa a tre, ma non è facile. Un'altra cosa: i giocatori devono avere il fiato sul collo, devono sentire la pressione e vorrei sempre i cancelli aperti".

Ricordiamo anche le contestazioni con te...
"Si, ma può pure volare qualche parolaccia. Tutti abbiamo fatto stupidaggini, ma devi sentirti addosso la tifoseria, sennò non si va avanti. E probabilmente quando io ho chiesto perché non vengo mai preso in considerazione: io conosco la bestia, forse per questo non mi prendono in considerazione. Io 15 anni fa facevo il calciatore, a me se un calciatore viene a dirmi "Non faccio la doppia seduta", non gioca, facile. Non gioca proprio. La gente deve entrare a Trigoria. Io vedo distacco tra la società e i tifosi: il fatto di aprire Trigoria, per riavvicinare la gente, fa sentire alla squadra che i tifosi ci sono. In allenamento si dà il 300% così".

Totti come lo avresti messo?
"Francesco deve fare quello che ha fatto finora. Lui lo sa: per il suo talento, conosce bene dove andare. Per un integralista come Zeman non cambia molto: Totti aveva libertà durante la partita, sono cose spontanee. A Francesco rimprovero solo una cosa: sa che c'è uno scemo che abita a 15 chilometri da Trigoria, che allenerebbe gratis. Io sono di buon livello, lavorerei gratis".

Ma non c'è un gran feeling tra Totti e la società. Forse una mano può dartela De Rossi, forse il padre...
"No, ma che c'entra... Noi parliamo qui da tifosi".

Noi preferiremmo sempre te rispetto ad Andreazzoli...
"Non c'è stata grande convinzione, credo io. I tifosi non sono stati convinti, forse c'avrebbero pensato se i tifosi avessero spinto. Io spesso sono stato frainteso, solo chi giocava con me mi conosce. Sai come di disse un mio ex compagno? ‘Io pensavo tu fossi il principe, uno dimesso'. Nel conoscermi, poi, ha cambiato idea".

Se avessi preso la Roma, chi avresti portato con te?
"Pruzzo. Ma non avrebbe potuto fare il secondo, ci siamo un po' staccati per i nostri caratteri. Io sono fumantino, se c'è da parlare con una persona, sia giocatore o dirigente, io ci vado".

Forse poco diplomatico?
"Mi dà fastidio vedere dirigenti che non hanno forze economiche ma vogliono determinare le cose. So che il direttore sportivo deve essere il mio riferimento, ma a rischiare è sempre l'allenatore".
Oggi vediamo un Giannini inedito: ma sappiamo che Giannini aveva carisma anche negli spogliatoi...
"Chi gioca 15 anni a Roma, che rimane in questo ambiente per 15 anni, deve avere delle qualità mentali. Non tutti i grandi giocatori hanno fatto bene a Roma: quest'ambiente è difficile".
Voeller te lo porteresti come dirigente?
"Lui è a grandi livelli da tanto tempo, mi piacerebbe".
Wonderwall ha scritto:
venerdì 7 gennaio 2022, 22:45
Solo io vedo le labbra della fregna?

Avatar utente
asr
Talento
Talento
Reazioni:
Messaggi: 317
Iscritto il: domenica 10 giugno 2012, 0:24
Località: !zeváhC aviv euQ¡
Stato: Non connesso

R: Giannini

Messaggio da asr »

L'illazione quando dicono si sa che totti non ha feeling con la proprietà...che poracci
Democracy is not just turning up to vote every five or four years... it is not the government of the rich over the people, which is what's happening in almost all the so-called democratic western capitalist countries.
Hugo Chávez

Avatar utente
Cenciology
Campione
Campione
Reazioni:
Messaggi: 3656
Iscritto il: domenica 17 giugno 2012, 12:06
Contatta:
Stato: Non connesso

Re: Giannini

Messaggio da Cenciology »

marcos ha scritto:ti manca l'umiltà, ti rispondo io alla domanda che fai tu caro Giannini, meno male che non ti hanno preso in considerazione dopo queste dichiarazioni :roll:

GIANNINI: "PERCHÉ LA ROMA NON MI PRENDE MAI IN CONSIDERAZIONE?"

NOTIZIE AS ROMA - L'ex giocatore giallorosso Giuseppe Giannini confessa che sarebbe venuto volentieri ad allenare la Roma e non approva le scelte della società. Ecco le sue parole ai microfoni di Centro Suono Sport:
"Sono avvelenato. Qui sembra che meno hai a che fare con il passato con la Roma e più vieni preso in considerazione. Con tutto il rispetto di Muzzi o Panucci, ma perché il mio nome non viene mai preso in considerazione? Ditemi solo un motivo. Le esperienze che ho fatto io non credo che le abbiano fatte nè Muzzi nè Andreazzoli....Parentesi chiusa, scusate ma ci tenevo a dirlo".

Che tattica avresti adottato?
"I numeri dicono che la forza principale della Roma è l'attacco. Zeman da metà campo in su è il migliore, il numero uno. La fase difensiva un po' meno. Quando andai a Foggia fui costretto a giocare con il 4-3-3 perché lì sono ancora innamorati di Zemanlandia. A me piaceva e lo feci volentieri. Poi mi sono accorto che devi stare attento perché i giocatori inconsciamente, soprattutto quelli che pensano di essere lenti, tornano troppo indietro.... E agli attaccanti veloci non puoi dare spazio. Secondo me Castan e Burdisso soffrivano questo".

La tua Roma come sarebbe?
"Secondo me De Rossi nasce come mezzala destra. Non era regista con Spalletti, lavorava con Pizarro. Io avrei fatto così: tre centrali di difesa, due centrali a centrocampo con Pjanic e De Rossi, a destra Florenzi, a sinistra Dodò o Balzaretti. E in avanti quelli che ci sono ora. Avrei lavorato sulla difesa a tre, ma non è facile. Un'altra cosa: i giocatori devono avere il fiato sul collo, devono sentire la pressione e vorrei sempre i cancelli aperti".

Ricordiamo anche le contestazioni con te...
Come ha già fatto notare un altro membro del forum cosa ci saremmo dovuti aspettare da uno che faceva scegliere ai tifosi quale schema adottare?
Maione, Maione me dici a fommaccione!
"Dalla conferenza stampa di Garcia le ipotesi sono 2: o che Maicon gioca sicuramente, o che non gioca sicuramente!"
Mimmo Casareccio Ferretti
5 Dicembre 2014

Dopo 5 anni ha centrato una notizia

Avatar utente
DanieleAsR
Pallone d'Oro
Pallone d'Oro
Reazioni:
Messaggi: 35700
Iscritto il: sabato 9 giugno 2012, 14:53
Località: Guidonia/Montecelio
Contatta:
Stato: Non connesso

Re: Giannini

Messaggio da DanieleAsR »

ma mi chiedo PERCHè dovrebbe prenderti in considerazione asd
A.S. Roma: sei la malattia e la cura
:flag4: :flag1:

2022 :flag2:

bruno87
Capitano
Capitano
Reazioni:
Messaggi: 1234
Iscritto il: sabato 9 giugno 2012, 14:09
Località: Roma
Contatta:
Stato: Non connesso

Re: Giannini

Messaggio da bruno87 »

per giannini ho sempre provato sostanziale indifferenza dato che ricordo a malapena il suo periodo a roma, ero abbastanza piccolo. sono cresciuto calcisticamente solo con il mito del capitano

dopo questa "intervista" però ho fatto un passo verso lo schifo

spero veramente che il testo riportato non sia particolarmente fedele
e che il tono dal vivo rendesse diversamente, ma ci spero poco

Avatar utente
alfius
Capitano
Capitano
Reazioni:
Messaggi: 1451
Iscritto il: lunedì 18 giugno 2012, 15:29
Contatta:
Stato: Non connesso

Re: Giannini

Messaggio da alfius »

Vabbè, rispondo io a Giannini e a CSS:




Nel 2004-2005 ha allenato il Foggia in Serie C1 venendo esonerato a metà stagione con un ruolino di marcia di 4 vittorie, 7 pareggi e 6 sconfitte; nel 2005-2006 diventa il quinto allenatore in quella stagione della Sambenedettese, sempre in Serie C1, coadiuvato da un ex-giocatore della Roma, Roberto Pruzzo: i risultati sono negativi, e Giannini viene esonerato dopo sole 7 partite senza vittorie. Nel 2006 allena per breve tempo in Romania l'Argeş Piteşti. Durante la sua gestione la formazione guidata da Giannini, che milita nel massimo campionato romeno, racimola in dieci giornate una vittoria e nove sconfitte consecutive, che gli costano il posto e viene esonerato.

Il 19 settembre 2007 viene chiamato a sostituire Mauro Melotti sulla panchina della Massese. Dopo essere stato esonerato dopo pochi mesi, Giannini è stato richiamato alla guida della Massese venendo poi esonerato nuovamente.

Nella stagione 2008-2009 è chiamato alla guida del Gallipoli, in Prima Divisione, e si avvale della collaborazione di un altro ex della Roma, l'ex portiere Giovanni Cervone, preparatore dei portieri e del vice Roberto Corti.[8] Giannini consegue la promozione in Serie B, traguardo storico per il club salentino. A un mese dalla promozione le strade di Giannini e del presidente Vincenzo Barba si separano di comune accordo, a causa del clima di indecisione conseguente alla crisi societaria[9]. Ad agosto, con il cambio di proprietà, Giannini viene confermato dal presidente Daniele D'Odorico[10].

L'8 febbraio 2010 al termine della partita Gallipoli-Grosseto (terminata 2-2) Giannini annuncia le dimissioni dopo uno scontro verbale con il presidente D'Odorico[11] e due giorni dopo ritira le dimissioni e rimane alla guida della squadra salentina.[12]. Il 22 marzo abbandona definitivamente la panchina gallipolina dimettendosi nuovamente, alla vigilia della sfida interna con la Triestina, denunciando in una conferenza stampa la gravissima crisi economica del club.[13]

Il 24 giugno 2010 diventa ufficialmente il nuovo allenatore dell'Hellas Verona[14]. Nelle prime cinque giornate di campionato ha collezionato tre sconfitte (con Paganese, Como e Gubbio) un pareggio (con il Südtirol ) e una vittoria (5-1 contro il Monza). A causa dei risultati insoddisfacenti ottenuti dalla squadra, l'8 novembre 2010 dopo la sconfitta contro la Salernitana per 2-1 che porta il Verona al penultimo posto in classifica[15], viene esonerato dall'incarico dopo aver raccolto 13 punti in 12 gare di campionato[16], sostituito da Andrea Mandorlini.

Il 30 ottobre 2011 diventa il nuovo mister del Grosseto in sostituzione di Guido Ugolotti, suo compagno di squadra ai tempi della Roma nell'annata 1981-1982; si avvarrà di Ferruccio Mariani come allenatore in seconda.[17]

Dopo la sconfitta iniziale per 0-1 contro il Bari, il 5 novembre arriva la prima vittoria per 1-2 contro la Nocerina. Dopo la vittoria esterna contro il Pescara (2-1), durante l'intervista post-partita annuncia le sue dimissioni criticando il presidente Camilli, dichiarando "di essere di troppo e di essersi sentito sin da subito sempre in discussione".[18]




in pratica, a parte la promozione con il Gallipoli, il nulla cosmico.
E bà de mi bà diceva così: Per campè sèn bsegna pisé spes com'i chen. Per campar sano bisogna pisciar spesso come il cano.

Avatar utente
voeller9
Fenomeno
Fenomeno
Reazioni:
Messaggi: 9193
Iscritto il: domenica 10 giugno 2012, 9:16
Località: Urbe Eterna
Contatta:
Stato: Non connesso

Re: Giannini

Messaggio da voeller9 »

davvero non capisco nemmeno io...uno come lui che ha allenato squadroni come il gallipoli foggia verona grosseto massese e,udite udite,persino l'ARGES PITESTI non venga preso in considerazione...
“Giallorossi si diventa,
perché essere Romanisti significa avere tutto e tutti contro
perché ciò non ti affligge ma ti esalta…
perché la scelta implica il coraggio…
perché io malgrado tutto resterò sempre un cuore da Ultras”

baleymar
Leggenda
Leggenda
Reazioni:
Messaggi: 25299
Iscritto il: sabato 9 giugno 2012, 14:53
Contatta:
Stato: Non connesso

Re: Giannini

Messaggio da baleymar »

alfius ha scritto:Vabbè, rispondo io a Giannini e a CSS:




Nel 2004-2005 ha allenato il Foggia in Serie C1 venendo esonerato a metà stagione con un ruolino di marcia di 4 vittorie, 7 pareggi e 6 sconfitte; nel 2005-2006 diventa il quinto allenatore in quella stagione della Sambenedettese, sempre in Serie C1, coadiuvato da un ex-giocatore della Roma, Roberto Pruzzo: i risultati sono negativi, e Giannini viene esonerato dopo sole 7 partite senza vittorie. Nel 2006 allena per breve tempo in Romania l'Argeş Piteşti. Durante la sua gestione la formazione guidata da Giannini, che milita nel massimo campionato romeno, racimola in dieci giornate una vittoria e nove sconfitte consecutive, che gli costano il posto e viene esonerato.

Il 19 settembre 2007 viene chiamato a sostituire Mauro Melotti sulla panchina della Massese. Dopo essere stato esonerato dopo pochi mesi, Giannini è stato richiamato alla guida della Massese venendo poi esonerato nuovamente.

Nella stagione 2008-2009 è chiamato alla guida del Gallipoli, in Prima Divisione, e si avvale della collaborazione di un altro ex della Roma, l'ex portiere Giovanni Cervone, preparatore dei portieri e del vice Roberto Corti.[8] Giannini consegue la promozione in Serie B, traguardo storico per il club salentino. A un mese dalla promozione le strade di Giannini e del presidente Vincenzo Barba si separano di comune accordo, a causa del clima di indecisione conseguente alla crisi societaria[9]. Ad agosto, con il cambio di proprietà, Giannini viene confermato dal presidente Daniele D'Odorico[10].

L'8 febbraio 2010 al termine della partita Gallipoli-Grosseto (terminata 2-2) Giannini annuncia le dimissioni dopo uno scontro verbale con il presidente D'Odorico[11] e due giorni dopo ritira le dimissioni e rimane alla guida della squadra salentina.[12]. Il 22 marzo abbandona definitivamente la panchina gallipolina dimettendosi nuovamente, alla vigilia della sfida interna con la Triestina, denunciando in una conferenza stampa la gravissima crisi economica del club.[13]

Il 24 giugno 2010 diventa ufficialmente il nuovo allenatore dell'Hellas Verona[14]. Nelle prime cinque giornate di campionato ha collezionato tre sconfitte (con Paganese, Como e Gubbio) un pareggio (con il Südtirol ) e una vittoria (5-1 contro il Monza). A causa dei risultati insoddisfacenti ottenuti dalla squadra, l'8 novembre 2010 dopo la sconfitta contro la Salernitana per 2-1 che porta il Verona al penultimo posto in classifica[15], viene esonerato dall'incarico dopo aver raccolto 13 punti in 12 gare di campionato[16], sostituito da Andrea Mandorlini.

Il 30 ottobre 2011 diventa il nuovo mister del Grosseto in sostituzione di Guido Ugolotti, suo compagno di squadra ai tempi della Roma nell'annata 1981-1982; si avvarrà di Ferruccio Mariani come allenatore in seconda.[17]

Dopo la sconfitta iniziale per 0-1 contro il Bari, il 5 novembre arriva la prima vittoria per 1-2 contro la Nocerina. Dopo la vittoria esterna contro il Pescara (2-1), durante l'intervista post-partita annuncia le sue dimissioni criticando il presidente Camilli, dichiarando "di essere di troppo e di essersi sentito sin da subito sempre in discussione".[18]




in pratica, a parte la promozione con il Gallipoli, il nulla cosmico.

patetico lui, patetico il modo in cui è usato per secondi fini e patetica la trasimissione nella quale ha parlato...

Layne
Campione
Campione
Reazioni:
Messaggi: 2166
Iscritto il: mercoledì 19 settembre 2012, 0:12
Stato: Non connesso

Re: Giannini

Messaggio da Layne »

mah, sicuramente non lo vorrei come allenatore per le troppe poche esperienze e non sempre felici.

ma l'intervista è di uno romanista romanista. Quindi la apprezzo per ciò che è. E' un tifoso che parla, più che un addetto ai lavori. E vista la sua carriera da giocatore nella Roma gli concedo quasi tutto
Forza Roma

...che sarà sarà...

aurreja
Reazioni:
Stato: Non connesso

Re: Giannini

Messaggio da aurreja »

Quandò andò a svernare a Napoli fu come una pugnalata alla schiena. Capisco l'esperienza austriaca, la parentesi leccese, ma coi colerosi poteva benissimo risparmiarselo di andarci a giocare

Avatar utente
il_noumeno
Moderatore
Reazioni:
Messaggi: 64340
Iscritto il: sabato 9 giugno 2012, 13:14
Località: Off Topic
Contatta:
Stato: Non connesso

Re: Giannini

Messaggio da il_noumeno »

Layne ha scritto:mah, sicuramente non lo vorrei come allenatore per le troppe poche esperienze e non sempre felici.

ma l'intervista è di uno romanista romanista. Quindi la apprezzo per ciò che è. E' un tifoso che parla, più che un addetto ai lavori. E vista la sua carriera da giocatore nella Roma gli concedo quasi tutto

io invece trovo che sia uno troppo incline ad usare la Roma nel tentativo di raggiungere obiettivi personali. Sia una panchina o un seggio al consiglio regionale. Non fa differenza... Di romano e romanista ci vedo poco...
Santiago CFO

I hate Illinois Nazis

Layne
Campione
Campione
Reazioni:
Messaggi: 2166
Iscritto il: mercoledì 19 settembre 2012, 0:12
Stato: Non connesso

Re: Giannini

Messaggio da Layne »

il_noumeno ha scritto:
io invece trovo che sia uno troppo incline ad usare la Roma nel tentativo di raggiungere obiettivi personali. Sia una panchina o un seggio al consiglio regionale. Non fa differenza... Di romano e romanista ci vedo poco...
s'è candidato? :shock: non sapevo..

aurreja ha scritto:Quandò andò a svernare a Napoli fu come una pugnalata alla schiena. Capisco l'esperienza austriaca, la parentesi leccese, ma coi colerosi poteva benissimo risparmiarselo di andarci a giocare
Napoli città magnifica. Mai capito "Odio Napoli". Lui oltretutto è andato via da Roma perchè non più nei piani della società
Forza Roma

...che sarà sarà...

Avatar utente
postromantico
Leggero
Reazioni:
Messaggi: 55475
Iscritto il: sabato 9 giugno 2012, 22:49
Contatta:
Stato: Non connesso

Re: Giannini

Messaggio da postromantico »

Layne ha scritto: s'è candidato? :shock: non sapevo..

Napoli città magnifica. Mai capito "Odio Napoli". Lui oltretutto è andato via da Roma perchè non più nei piani della società
[spoiler]Immagine[/spoiler]
Non so se hai presente una puttana ottimista e di sinistra.
In Monti we Trust
Paz: uno dei miei idoli
Niente offre certezze incrollabili e coerenze granitiche come l’ignoranza.
(Vittorio Zucconi)

Baldissoni romano e romanista

Layne
Campione
Campione
Reazioni:
Messaggi: 2166
Iscritto il: mercoledì 19 settembre 2012, 0:12
Stato: Non connesso

Re: Giannini

Messaggio da Layne »

"con Roma nel cuore"... :vomito:
Forza Roma

...che sarà sarà...

aurreja
Reazioni:
Stato: Non connesso

Re: Giannini

Messaggio da aurreja »

Layne ha scritto: s'è candidato? :shock: non sapevo..

Napoli città magnifica. Mai capito "Odio Napoli". Lui oltretutto è andato via da Roma perchè non più nei piani della società
Alt! La città piace anche a me ed anche il modo dei napoletani di riuscire a tirare avanti che affrontano ogni giorno tra mille difficoltà. Ci scendo 2-3 volte l'anno ed oltre a trovarla molto economica per chi viene da fuori, mi entusiasma il fatto che hanno, il mare (pessimo) in una zona strategica tipo Barcellona, e la particolarità di avere la periferia al centro. L'adrenalina che ti accompagna anche a fare lo struscio sulla celebre Via Toledo è senza dubbio un fattore che scatena tumulti interni per chi ha un modus vivendi "trasfertaro" nella propria indole. Non per ultimo artisticamente è un gioiello, dieci volte superiore alla super reclamizzata Firenze. Se poi è tenuta in modo pessimo, quello è tutto un altro discorso, anni di giunte incapaci e il "cancro" che da decenni l'affligge la rendono all'occhio dell'italiano medio come una fogna a cielo aperto, ma non è assolutamente così. Dal punto di vista sportivo, dopo gli anni delle coccole tra noi e loro, si è passati ad avere una rivalità ai massimi livelli, sentitissima. quindi il coro ODIO NAPOLI ci sta tutto. E il signore di Frattocchie, che da sempre dice di essere un romanista doc, conosceva il pensiero della Sud riguardo i partenopei, dopo l'annata allo Sturm Graz poteva scegliere tranquillamente un'altra meta (le offerte non gli mancavano), evitando di indossare la casacca azzurra.
Ultima modifica di aurreja il venerdì 8 febbraio 2013, 14:38, modificato 1 volta in totale.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti